Sommario

  • 21/09/2017 13:19 Rosatellum bis, collegi uninominali e sbarramento al 3%. Ecco la scheda elettorale - La Repubblica
  • 22/09/2017 04:04 N.Corea. Oceano, possibile test bomba H - Zazoom Blog
  • 21/09/2017 23:03 M5S, il giorno delle primarie. Votazioni prorogate fino alle 12 di domani - La Repubblica
  • 21/09/2017 22:50 Egitto, i legali dei Regeni: "Le autorità vogliono chiudere i nostri uffici" - TGCOM
  • 21/09/2017 19:26 Foggia, morta la 15enne ferita dall'ex della madre. "Era stato denunciato più volte" - La Repubblica
  • 21/09/2017 14:14 San Pietro, gendarmeria vaticana allontana i clochard - Il Messaggero
  • 21/09/2017 15:41 Papa a Bologna, il programma, i parcheggi e le modifiche al traffico: tutte le info sulla mobilità - Corriere della Sera
  • 21/09/2017 16:06 "Corruzione elettorale" Indagato il sindaco di Vittoria - Live Sicilia
  • 21/09/2017 21:09 LA MIGLIORE OFFERTA - Venerdì May a Firenze per presentare il suo "manifesto della Brexit" - L'Huffington Post
  • 21/09/2017 22:37 Terremoto in Messico: "Non ci sono più bambini fra macerie della scuola". Accertate oltre 270 vittime - La Repubblica
venerdì 22 settembre 2017
-

Nuovo allarme lanciato dalla Polizia di Stato contro le truffe telefoniche. Questa volta, però, c’è una novità, ovvero il numero che viene visualizzato sul proprio cellulare non ha un prefisso straniero che lo rende immediatamente ‘riconoscibile’ ma ha un normale ’02’, riconducibile dunque al prefisso di Milano.

“Facciamo un po d’ chiarezza sulle truffe telefoniche con i numeri a valore aggiunto – si legge sul profilo Facebook della Polizia ‘Una vita da Social’ – I numeri in questione utilizzano prefissi italiani. Rispondere NON fa scattare l’addebito – a differenza di quanto segnalato su alcuni siti”.

“L’utente comincia a pagare SE richiama il numero. Cosa che si è tentati di fare perché il numero sembra “normale”. Nella circostanza però la comunicazione cade subito – spiegano dalla Polizia – In particolare le vittime più colpite sono gli anziani che ricevono incessantemente queste chiamate sulle utenze fisse e mobili e, pensando di aver perso una chiamata importante, richiamano questi numeri”.

“Un’altra importante cosa da fare, è contattare il proprio gestore telefonico e chiedere la rimozione dei servizi a pagamento non richiesti (è sufficiente chiamare al numero di assistenza e palrare con un operatore, ndr) ed apporre il blocco futuro. I numeri possono essere bloccati inserendoli nella funzione blacklist del proprio telefono (se ne è dotato). Purtroppo il prefisso non corrisponde alla zona geografica di riferimento ma sono chiamate che provengono per lo più dall’estero”.