Sommario

  • 20/11/2018 20:00 This RSS feed URL is deprecated
  • 20/11/2018 15:15 Maltempo, cade pezzo di capitello dalla Reggia di Caserta. Tromba d'aria in Calabria e in Salento - La Repubblica
  • 20/11/2018 18:20 Roma, sgomberate otto ville dei Casamonica. Raggi: "Giornata storica" - La Repubblica
  • 20/11/2018 16:19 Ong denuncia: irruzione di libici sulla nave Nivin, violenze su migranti - ANSA.it
  • 20/11/2018 16:01 Maltempo al Sud, trombe d'aria a Salerno e Crotone Meteo - Corriere della Sera
  • 20/11/2018 16:17 Salvini, Di Maio e Tria. Tutte le dichiarazioni che hanno mandato in fibrillazione lo spread - Il Sole 24 ORE
  • 20/11/2018 17:52 Varese, 15enne sequestrato e torturato da banda di ragazzini delle medie - La Repubblica
  • 20/11/2018 16:19 Maltempo: tromba marina si abbatte su Salerno - La Repubblica
  • 20/11/2018 16:45 Frecciarossa, due collegamenti in più da Fiumicino per La Spezia ea Genova - Il Secolo XIX
  • 20/11/2018 18:11 Spread a 335 punti. Salvini attacca i mercati: ​"Ci vogliono mangiare" - il Giornale
  • 20/11/2018 18:19 Aquarius, due metri cubi di rifiuti infettivi: pure garze intrise di sangue - il Giornale
martedì 20 novembre 2018

12 Luglio 1924

Sono ormai più di 60 anni che i Padri Cappuccini risiedono nell'attuale convento in località Tressane.

Infatti, l'11 luglio del 1924 entrarono nel nuovo convento, inaugurato due giorni prima.

I Padri Cappuccini si trovavano nella nostra Valle già da due anni, essendo giunti a Primiero il 18 maggio del 1922 per iniziativa dell'allora provinciale dei Frati Minori Cappuccini Padre Alessio Bernard, originario di Gries in Val di Fassa.

Ospitati dal parroco di Imer, don Giacobbe Loss che li accolse presso la scuola materna del paese.

La primitiva comunità religiosa, formata da tre sacerdoti e un fratello coadiutore, operava nell'intera vallata.

Per erigere il nuovo convento, era loro intenzione acquistare un terreno in una posizione appartata e più alta rispetto ai paesi, in modo che si potesse scorgere anche da lontano, ma non fu possibile concretizzare a pieno questa aspettativa, perché alla fine la scelta cadde sul terreno dove sorge l'attuale costruzione, che in quel periodo si trovava comunque in posizione relativamente isolata rispetto ai centri abitati.

Recentemente il convento è stato interamente ristrutturato.

In questi anni l'intera popolazione di Primiero ha potuto apprezzare la preziosa opera religiosa e caritatevole dei Padri Cappuccini.

Non è possibile ricordare tutti i religiosi che si sono avvicendati in questo periodo, ma non si può dimenticare tuttavia una figura di ineguagliabile bontà e simpatia, che rimane fissata indelebilmente nei nostri ricordi: frà Simone da Campitello di Fassa.

 

11 Luglio 13 Luglio