Sommario

  • 20/02/2018 12:00 This RSS feed URL is deprecated
  • 20/02/2018 11:28 Pistoia: ragazzi aggrediscono anziano con il bastone, lo fanno cadere e postano il video su Facebook - Corriere della Sera
  • 20/02/2018 11:48 Terrorismo, l'allarme degli 007: ​«Minaccia concreta in Italia» - Il Messaggero
  • 20/02/2018 10:59 Embraco conferma i licenziamenti, un operaio si incatena ai cancelli della fabbrica: "Non molliamo" - Rai News
  • 20/02/2018 09:44 Elezioni 2018/ Campagna elettorale: Centrodestra 'thriller', Meloni attacca Salvini e Berlusconi - Il Sussidiario.net
  • 20/02/2018 11:20 Palermo, 20enne inglese rapinata e violentata: arrestato un 46enne - Il Messaggero
  • 20/02/2018 09:46 Tempo instabile e freddo per tutta settimana, pioggia e neve fino in bassa collina - abruzzo24ore.tv
  • 20/02/2018 10:01 Roma, incidente sul Gra, auto in fiamme: quattro veicoli coinvolti, traffico bloccato - Il Messaggero
  • 19/02/2018 21:42 Il carro armato De Luca sulla campagna elettorale. Il governatore mostra i muscoli in video e passa all'offensiva - L'HuffPost
  • 20/02/2018 08:30 Ennesima mancia elettorale: Rai gratis agli anziani poveri - il Giornale
  • 20/02/2018 08:10 «Basta armi» e dopo la Florida distrugge il fucile che possedeva da 30 anni: il filmato è virale - Corriere della Sera
martedì 20 febbraio 2018
-
L’Ulss Dolomiti (BL) e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento hanno siglato l’accordo per l’organizzazione delle attività di assistenza ai residenti nella comunità di Valle del Primiero. L’accordo definisce in dettaglio alcuni aspetti della convenzione triennale stipulata tra Regione Veneto e Provincia autonoma di Trento con decorrenza 1° gennaio 2017, valida fino al 31 dicembre 2019. La continuità territoriale, unitamente a molteplici e giustificate ragioni storiche, culturali, ambientali hanno portato, nel corso degli anni, a consolidare l’Ospedale di Feltre come luogo di riferimento per i cittadini del Primiero per l’assistenza sanitaria. Con la convenzione, gli assistiti del Primiero sono entrati a far parte a tutti gli effetti del bacino d’utenza della Ulss 1 Dolomiti. Fanno quindi riferimento alle strutture dell’Ulss 1 per l’assistenza ospedaliera, la specialistica ambulatoriale, compresa l’emodialisi, il pronto soccorso, l’assistenza sanitaria e sociosanitaria di supporto alle attività territoriali rivolte a soggetti con dipendenza da sostanze e alcool, e per l’assistenza attraverso le cure palliative. L’accordo dettaglia alcune modalità operative e disciplina i rapporti tra l’ospedale di Feltre e il distretto del Primiero. I medici del distretto di Feltre, per esempio, presteranno servizio anche al poliambulatorio e nelle RSA del Primiero, secondo un calendario concordato e riguardante alcune specialità. Tra i vari punti dell’accordo, una particolare attenzione è riservata alla dimissioni protette verso strutture protette o verso il domicilio, per assicurare il pieno coordinamento tra i reparti di degenza e le strutture territoriali trentine per una presa in carico continua della persona assistita. Inoltre, l’accordo prevede che nelle strutture del poliambulatorio di San Martino e, dall’autunno, anche negli studi dei medici di famiglia, siano visibili i referti ambulatoriali erogati dall’ospedale di Feltre. In seguito sarà implementata la condivisione anche dei verbali di pronto soccorso e delle lettere di dimissione. Nel corso del 2016, sono stati effettuati oltre 750 ricoveri a residenti nella Comunità di Primiero, circa il 6% del totale ricoveri dell’ospedale di Feltre. Gli accessi al pronto soccorso dal Primiero sono stati 1.645 su un totale di 30.743. Le prestazioni specialistiche sono state oltre 16.900. Le branche più richieste, oltre alla diagnostica che comprende laboratorio analisi, anatomia patologica e radiologia, sono state emodialisi, riabilitazione, oculistica, ostetricia e gastroenterologia. «L’accordo conferma il rapporto positivo tra l’Ulss, il Primiero, e l’azienda sanitaria trentina», commenta il direttore generale Adriano Rasi Caldogno, «continuiamo nel consolidare la collaborazione e l’ascolto della cittadinanza delle valli del Primiero e Vanoi per migliorare sempre più i servizi offerti»