Sommario

  • 24/11/2017 08:00 This RSS feed URL is deprecated
  • 24/11/2017 06:39 Ostia, entra in pizzeria con il casco e fa fuoco: feriti il padre della titolare e un pizzaiolo - Rai News
  • 24/11/2017 06:30 Delitto di Sestri Levante, le tre strade per risolvere il giallo - La Repubblica
  • 23/11/2017 17:07 Sottomarino disperso, "l'anomalia acustica" è stata un'esplosione - La Repubblica
  • 23/11/2017 22:51 Barcellona. Un 34enne italiano è stato accoltellato a morte durante una lite - Rai News
  • 23/11/2017 19:30 Corea del Nord: 16 obiettivi nel mirino, da Casa Bianca a Tokyo - TGCOM
  • 23/11/2017 23:07 Milan-Austria Vienna 5-1: rossoneri qualificati da primi nel girone - La Gazzetta dello Sport
  • 23/11/2017 17:55 Milano, donna sgozzata nel parco di Villa Litta mentre passeggiava col cane. Ipotesi rapina - Il Fatto Quotidiano
  • 24/11/2017 06:01 Corsi d'oro e un tesoro all'estero Gli affari di famiglia dei Genovese - Live Sicilia
  • 23/11/2017 14:59 Di Maio: «Resto capo politico anche se perdiamo». E scrive una lettera aperta a Macron - Il Messaggero
  • 23/11/2017 17:07 Preside toglie la Madonnina dalla scuola: “È vietato dire le preghiere” - Vesuvio Live
venerdì 24 novembre 2017
-
È arrivata nella serata di oggi la conferma dell'acquisto degli impianti di Rolle da parte di Imprese & Territorio srl con un comunicato agli oltre 170 soci, che li informava dell'acquisto delle quote di SITR, proprietaria degli impianti Paradiso.

Dopo la trattativa a porte chiuse di venerdì scorso, senza alcuna immediata dichiarazione ufficiale rilasciata dalle figure coinvolte, sembra finalmente prendere forma il rilancio del Passo. Nonostante l'idea di Delladio di uno spazio outdoor attrezzato nel contesto dolomitico di Rolle abbia incuriosito molti, non è possibile escludere da tale scenario lo sci Alpino, si legge nel comunicato rilasciato da Imprese & Territorio, visto il ruolo giocato dalla località nei decenni scorsi anche rispetto alle zone limitrofe, icona dello sci proprio sulle Dolomiti.

Passo Rolle ripartirà dunque, per mano di privati, con il grande obiettivo (sognato da anni e più volte sfumato) di ricostruire il collegamento San Martino Passo Rolle, ma senza il patron de La Sportiva. Che le visioni di Delladio e dei promotori dello sci Alpino potessero trovare un accordo è un dibattito ancora aperto in Provincia, dove diversi gruppi hanno sottolineato come un'ulteriore mediazione fosse necessaria e possibile, in funzione di un rilancio ma soprattutto di un progetto più ampio che avrebbe forse dato la possibilità di porre le basi ad un nuovo turismo. Dopo il ritiro di Delladio, un merito gli andrebbe riconosciuto: di aver smosso acque da troppo tempo immobili, sulla cui superficie - sembravamo essercene dimenticati - si riflettono panorami tra i più belli dell'intero arco alpino.