Sommario

  • 24/09/2017 07:06 Tra vegani e anti-lobby l'anima più autentica del M5S resiste al “dimaismo” - La Stampa
  • 24/09/2017 08:54 Si sta votando in Germania - Il Post
  • 24/09/2017 08:17 Lo scandalo degli sms solidali: neanche un euro ad Amatrice - il Giornale
  • 24/09/2017 01:13 “Correzione filiale a papa Francesco” - Corrispondenza romana
  • 24/09/2017 08:11 Vuoi un passaggio? Turista stuprata a Milano, allarme infinito - Il Giorno
  • 23/09/2017 23:37 Juventus-Torino, è un altro Pjanic: top e flop del derby - La Gazzetta dello Sport
  • 24/09/2017 08:22 Corea del Nord: «Lancio di missile contro Usa sempre più inevitabile» - Corriere della Sera
  • 24/09/2017 07:06 Bossi avvisa Salvini. “Silvio mi ha offerto un posto nella sua lista” - La Stampa
  • 22/09/2017 17:47 Brexit, May a italiani in Gran Bretagna: "Vogliamo che restiate". Barnier: "Discorso costruttivo" - La Repubblica
  • 24/09/2017 08:29 Sicilia, Musumeci sempre in testa nei sondaggi Cancelleri secondo, Piepoli dà in risalita Micari - Si24 - Il vostro sito quotidiano
domenica 24 settembre 2017
-
Le potenzialità della Radio digitale Fin dalla ricerca delle stazioni si nota una differenza lampante, una Radio Digitale infatti crea essa stessa la lista delle stazioni presenti nella zona. La scelta avviene quindi per nome della stazione che trasmette in digitale, senza più dover ricordare i numeri della frequenza tipici della trasmissione analogica. La Radio Digitale è assolutamente gratuita, arriva via etere e non ha bisogno di impianti o collegamenti web. L’audio è qualitativamente migliore, limpido, fedele senza più alcun fruscio o disturbo. Il segnale si arricchisce di contenuti quali testi che scorrono (DLS) o immagini che ruotano (SLS) o Dati che, in futuro, verranno impiegati per migliorare la sicurezza e la navigazione in auto. La Radio Digitale è ecologica, permette un enorme risparmio di energia ( e quindi inquinamento) sia a chi trasmette che a chi riceve in quanto 4 radio digitali Pure contemporaneamente accese consumano meno di una lampadina a risparmio energetico (fonte Energy Saving Trust). Per riconoscere il ricevitore giusto per la Radio Digitale basta cercare il Bollino Bianco ARD (www.arditalia.it) presente sulla confezione o sull’apparecchio. Nelle versioni Flow i ricevitori si collegano anche ad Internet aggiungendo l’accesso diretto (senza uso di PC) e gratuito dove trovi centinaia di migliaia di podcast ( per ascoltare ciò che si vuole quando si vuole), suoni e la possibilità di scegliere fra oltre 20.000 stazioni radiofoniche da tutto il mondo, il genere, la lingua, il paese etc. Puoi identificare e anche acquistare musica, senza sapere né titolo né autore e anche ascoltare in streaming la musica dal PC, iPod, iPhone, iPad o Android. In alcuni modelli la presenza di un touchscreen da 5,7” permette di visualizzare le immagini trasmesse dalle trasmissioni Radio Digitali (SLS) e tanto altro ancora con facilità d’uso, la portabilità e soprattutto la qualità audio di un apparecchio che ha la forma e la fruibilità di una radio tradizionale è indubbiamente e decisamente superiore. Le trasmissioni Radio in tecnica Digitale Il servizio DAB è stato lanciato molti anni fa tuttavia la tecnologia di allora, l’alto numero di emittenti da una parte e la scarsità di frequenze dall’altra ne hanno impedito lo sviluppo. Oggi standard più evoluti quali il DAB+ (DAB plus) ed il DMB-audio, e robusti, per la ricezione in movimento, uniti alla disponibilità di frequenze liberatesi con il passaggio al digitale della TV, permettono al oltre 30 emittenti di essere già presenti in molte città italiane e di coprire circa il 60% della popolazione. In Trentino Alto Adige sono 27 le stazioni ricevibili a Bolzano ed altrettante a Trento ma sono destinate ad aumentare. Ma occhio al bollino. L’associazione per la Radiofonia Digitale in Italia www.arditalia.it ha realizzato un bollino bianco ARD per rendere immediatamente evidente quali soni i ricevitori adatti al nostro mercato nazionale oggi e, soprattutto, in futuro. Alcuni punti importanti di questo protocollo sono che, tutte le Radio Digitali DEVONO essere anche FM RDS e devono ricevere TUTTI gli standards Eureka147 sia in Banda III che in Banda L- Spesso prodotti che circolano in Internet, di provenienza estera, NON soddisfano questo requisito essenziale. La Radio cambia, cambia la Radio! La Radio, l’amica che, immutata da oltre 50 anni, ci accompagna quale sottofondo discreto in tutti i più importanti momenti della nostra vita, è destinata ad un sostanziale cambiamento, grazie all’evoluzione tecnologica e sotto la spinta delle mutate esigenze d’ascolto e fruizione del consumatore. Con il termine Radio digitale non si intende un apparecchio dotato di display, ne l’impiego di circuiti digitali PLL per ricevere il segnale FM analogico, bensì un prodotto tecnologico nuovo, tutta una serie di ricevitori ad hoc, altamente innovativi.