Sommario

  • 16/01/2018 11:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 16/01/2018 09:30 Esplode pizzeria italiana ad Anversa: estratte dalle macerie due persone morte, 14 feriti - La Repubblica
  • 16/01/2018 10:37 Ue, Moscovici contro di Maio: deficit oltre il 3%? Controsenso. Su Fontana: «Parole su razza bianca scandalose» - Corriere della Sera
  • 16/01/2018 09:21 Da anni tenevano i 13 figli in catene e senza cibo, arrestata coppia di genitori in California - L'HuffPost
  • 16/01/2018 11:00 Minacce e botte ai bambini della scuola materna: arrestata maestra di Susa - Il Secolo XIX
  • 16/01/2018 11:24 Napoli, baby gang accerchia i soldati sul Lungomare - TGCOM
  • 16/01/2018 08:08 È morta Dolores O'Riordan, la cantante dei Cranberries: aveva 46 anni - Corriere della Sera
  • 16/01/2018 09:37 Salvini: 'Passo indietro di Fontana? Figurarsi'. Gori: 'Non lo voteranno in massa' - ANSA.it
  • 16/01/2018 10:11 Da Bitcoin a Ethereum, critopvalute a picco. Cina studia stop al trading - La Repubblica
  • 16/01/2018 09:24 Devastazione e saccheggio: Baby gang sgominata dai carabinieri di Salerno - La Repubblica
martedì 16 gennaio 2018

21 Marzo

Nonostante sia marzo, dopo i lunghi e sonnolenti giorni d'inverno, il mese che porta la primavera, fin dall'antichità è sempre stato considerato il più bizzarro e imprevedibile dei 12 mesi, soprattutto sotto il profilo meteorologico.

Anche nelle innumerevoli raffigurazioni.

21 Marzo 1710

Nasce a Imer Giuseppe Gubert detto Valassin, figlio di Rodolfo Gubert, diventò pittore e architetto e lavorò alla corte della zarina Caterina II di Russia raggiungendo il grado di colonnello.

A lui viene attribuito un affresco del 1749 dipinto a Imer sulla casa denominata il Castel dei Guberti o i Valassin, che nell'alluvione del novembre 1966 fu investita da una frana.

L'affresco in seguito alle gravi lesioni della casa, fu riportato su tela a cura del noto pittore Riccardo Schwaizer.

La tela si trova ora nella sala consiliare del municipio di Imer.

L'affresco riproduce la presentazione di Maria al tempio e nella parte inferiore i Santi Simone, Giovan Battista, Appollonia, Bartolomeo e Antonio da Padova.

 

20 Marzo 22 Marzo