Sommario

  • 19/06/2018 10:00 This RSS feed URL is deprecated
  • 19/06/2018 09:34 Abusi su bimba di 3 anni, nel Napoletano: arrestato un 24enne - TGCOM
  • 19/06/2018 08:53 Merkel (a parole) sta con l'Italia Conte: "Schengen a rischio" - il Giornale
  • 19/06/2018 09:07 ROM, SALVINI CHOC: “SERVE CENSIMENTO”/ Il retroscena sulla smentita, Conte sbotta: "Questa è troppo!" - Il Sussidiario.net
  • 19/06/2018 08:40 Roma, morta la ragazza investita da pirata drogato e senza patente - Il Gazzettino
  • 19/06/2018 08:34 I dazi Usa affossano le Borse. Asiatiche in forte calo - La Repubblica
  • 19/06/2018 07:51 Rapporto dell'Onu: nel 2017 record di 68,5 milioni di profughi - Rai News
  • 19/06/2018 07:52 Esami di Stato 2018, al via l'ultima maturità lunga. Ventimila gli studenti non ammessi - La Repubblica
  • 18/06/2018 17:14 Corsico, omicidio di Assane Diallo, arrestati il presunto killer Fabrizio Butà e la compagna: «Ci dava fastidio» - Corriere della Sera
  • 19/06/2018 08:53 All'Ilva si prova la pace Ci costerà altri 90 milioni - il Giornale
  • 19/06/2018 08:58 Le ombre del caso stadio: la Raggi torna in procura - il Giornale
martedì 19 giugno 2018

12 Gennaio 1867

Nasce a Tonadico Cesare Fuganti da Bartolomea e Felice Cemin di Siror. Il padre vista distrutta da un incendio la casa di Tonadico e per scarsezza di redditi, decise nel 1876, di emigrare in Brasile, in cerca, come tanti altri primierotti, di fortuna, verso il sud America. Durante il viaggio il padre morì, lasciò la moglie e sei figli, il maggiore dei quali aveva 10 anni ed era appunto Cesare. Per la famiglia Fuganti l'arrivo in Brasile coincise con un periodo difficile e duro di assestamento, superato il quale, il giovane Cesare si affermò nel commercio. A 23 anni si sposò a Porto Allegre e a Santa Maria nello stato di Rio Grande del sud, creò un'estesa e ricca azienda agricola, di oltre 8.000 ettari, con allevamenti, piantagione di caffè, coltivazioni di granaglie, mulini, segherie, etc, una vera fortuna. Fondò la "casa commerciale Fuganti", in pochi anni conosciuta all'interno e all'estero, in Europa ed in Asia. La casa possedeva, nelle principali città, una catena di grandiosi negozi forniti di ogni articolo, specie di supermercati, che nel 1956 occupavano oltre duecento dipendenti, a Londrina, nel Paranà, a San Paolo, a Rio de Janeiro. Diventò commendatore del governo brasiliano, morì il 1 dicembre 1949, lasciando un cospicuo patrimonio ai tre figli. Prima di morire si ricordò del suo paese natale, incaricando i figli di "lasciarvi un segno duraturo del suo affettuoso attaccamento". I figli infatti cooperarono alla costruzione, nel 1954, dell'attuale scuola materna, intitolata al concittadino comendador Cesare Fuganti. Una scultura in marmo nero, nell'atrio del piano seminterrato della scuola, dimostra la gratitudine degli abitanti di Tonadico per il cospicuo lascito da lui donato.

12 Gennaio 1916

L'abbondante neve in tutta la vallata raggiunge i primi piani delle case, per le strade si dovevano aprire dei varchi impossibili.

 

11 Gennaio 13 Gennaio