Sommario

  • 22/09/2018 15:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 22/09/2018 14:18 Il M5s difende Casalino: "Nei ministeri c'è chi rema contro" - il Giornale
  • 22/09/2018 12:16 Manovra: Giorgetti non possiamo trascurare vincoli Ue - ANSA.it
  • 22/09/2018 14:45 “VOGLIO VEDERE IL MARE PER L'ULTIMA VOLTA”/ Ambulanza esaudisce il desiderio di un paziente 88enne - Il Sussidiario.net
  • 22/09/2018 12:52 “Morte io sono pronto”, si schianta con l'auto 6 giorni dopo l'amico/ Paolino e Max uniti dallo stesso destino - Il Sussidiario.net
  • 22/09/2018 13:13 Bordighera: tragico schianto sull'Aurelia tra un'auto e un bus. Due morti - ImperiaNews.it
  • 22/09/2018 13:12 Cina, “accordo per aiutare le Chiese locali a godere di più libertà” - La Stampa
  • 22/09/2018 11:52 Salvini, nessuna strategia del doppio forno - ANSA.it
  • 22/09/2018 13:16 Iran, strage alla parata militare: 24 morti e 53 feriti, vittime anche tra i civili - Rai News
  • 22/09/2018 13:30 Suora aggredisce un prete colpendolo alla testa con un mattone - TPI
  • 22/09/2018 09:45 Messina, trasportava undici chili di cocaina in auto: arrestato - TGCOM
sabato 22 settembre 2018

12 Gennaio 1867

Nasce a Tonadico Cesare Fuganti da Bartolomea e Felice Cemin di Siror. Il padre vista distrutta da un incendio la casa di Tonadico e per scarsezza di redditi, decise nel 1876, di emigrare in Brasile, in cerca, come tanti altri primierotti, di fortuna, verso il sud America. Durante il viaggio il padre morì, lasciò la moglie e sei figli, il maggiore dei quali aveva 10 anni ed era appunto Cesare. Per la famiglia Fuganti l'arrivo in Brasile coincise con un periodo difficile e duro di assestamento, superato il quale, il giovane Cesare si affermò nel commercio. A 23 anni si sposò a Porto Allegre e a Santa Maria nello stato di Rio Grande del sud, creò un'estesa e ricca azienda agricola, di oltre 8.000 ettari, con allevamenti, piantagione di caffè, coltivazioni di granaglie, mulini, segherie, etc, una vera fortuna. Fondò la "casa commerciale Fuganti", in pochi anni conosciuta all'interno e all'estero, in Europa ed in Asia. La casa possedeva, nelle principali città, una catena di grandiosi negozi forniti di ogni articolo, specie di supermercati, che nel 1956 occupavano oltre duecento dipendenti, a Londrina, nel Paranà, a San Paolo, a Rio de Janeiro. Diventò commendatore del governo brasiliano, morì il 1 dicembre 1949, lasciando un cospicuo patrimonio ai tre figli. Prima di morire si ricordò del suo paese natale, incaricando i figli di "lasciarvi un segno duraturo del suo affettuoso attaccamento". I figli infatti cooperarono alla costruzione, nel 1954, dell'attuale scuola materna, intitolata al concittadino comendador Cesare Fuganti. Una scultura in marmo nero, nell'atrio del piano seminterrato della scuola, dimostra la gratitudine degli abitanti di Tonadico per il cospicuo lascito da lui donato.

12 Gennaio 1916

L'abbondante neve in tutta la vallata raggiunge i primi piani delle case, per le strade si dovevano aprire dei varchi impossibili.

 

11 Gennaio 13 Gennaio