Sommario

  • 20/07/2018 23:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 20/07/2018 20:19 Usa, ex legale registrò Donald Trump che discuteva del pagamento del silenzio di una ex modella di Playboy - Il Fatto Quotidiano
  • 20/07/2018 21:12 Roma, ragazzo scomparso trovato morto - il Giornale
  • 20/07/2018 16:03 CASSA DEPOSITI E PRESTITI, NOMINE: FABRIZIO PALERMO NUOVO AD/ Vertice Governo: Tria "ottiene" Rivera al ... - Il Sussidiario.net
  • 20/07/2018 18:13 Legata e imbavagliata nel bar. Così è stata stuprata per ore - il Giornale
  • 20/07/2018 17:45 Lubecca, 9 accoltellati su un bus. Due sono gravi. "Non è escluso il movente terrorista" - La Repubblica
  • 20/07/2018 07:01 Stato-mafia, "la trattativa accelerò la morte di Borsellino". E Dell'Utri "rafforzò i piani di Riina" - La Repubblica
  • 20/07/2018 20:40 A Gaza Israele e Hamas tornano a un passo dalla guerra - L'HuffPost
  • 20/07/2018 18:44 Ilva ritorna in mezzo al guado. Senza soluzione rapida 14mila addetti diretti a rischio - Il Sole 24 Ore
  • 20/07/2018 23:10 Pietro Grasso condannato: deve 83mila euro per contributi Pd/ Ultime notizie: accordo fallito con Bonifazi - Il Sussidiario.net
  • 20/07/2018 13:05 Saviano, c'è posta per te: ecco la querela di Salvini - il Giornale
venerdì 20 luglio 2018
-

“La principale strada di accesso ai paesi di Imèr e Mezzanotrasformata in una gimcana: succede nel Primiero - scrive in una interrogazione in provincia il consigliere Filippo Degasperi (M5S) - dove i sindaci di Mezzano ed Imer hanno dichiarato guerra alle auto o meglio alla velocità superiore ai 30 km orari posizionando in un chilometro e mezzo di strada ben 7 fra dossi artificiali e passaggi pedonali rialzati. Ma non solo, hanno disseminato lungo le vie interne passaggi pedonali e dossi che sembrano scaturire più dalla fantasia che dalle norme che regolano la circolazione stradale. In molti casi i cartelli di pre-segnalamento del mascherato passaggio pedonale non sono posti alle distanze previste dalla normativa. Per quanto è dato conoscere, sulle strade dei due paesi, non sussiste, un problema sicurezza stradale o pedonale dato dalla velocità dei veicoli e tanto meno un allarme sociale, negli ultimi anni non sono accaduti incidenti che hanno visto coinvolti mezzi o persone. I due Comuni hanno ripavimentato in porfido i tratti centrali della strada di attraversamento dei due centri abitati e finora non hanno provveduto a delimitarla al bordo strada con la segnaletica orizzontale prevista dalle normative. Infine i due Comuni hanno posto in essere una serie di interventi costrittivi atti a limitare la velocità che pongono dubbi sulla loro liceità considerando che il tratto di strada ex Statale n. 50 che attraversa i due paesi è tutt’ora intavolata come Bene Pubblico Provinciale. Ne consegue che la strada è in carico alla Provincia con delega alla manutenzione dei Comuni che hanno realizzato manufatti e pavimentazioni senza il consenso della Provincia e in contrasto con il codice della strada”.

Fatte queste premesse, il consigliere chiede fra le altre cose “quali autorizzazioni edilizie e stradali in qualità di proprietario della sede stradale, ha rilasciato la Provincia per la realizzazione dei passaggi pedonali rialzati fuori norma e dei dossi artificiali; se i passaggi pedonali nei due Comuni rispettano le norme riguardanti le barriere architettoniche e quali azioni correttive si intendono intraprendere; se i due Comuni di Imer e Mezzano hanno adottato il piano di risanamento acustico; entro quale data le due amministrazioni provvederanno a delimitare i tratti ripavimentati in porfido; quali interventi intende porre in atto la Provincia nei confronti delle due amministrazioni”.