Sommario

  • 20/11/2018 20:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 20/11/2018 17:26 Maltempo al Centro-Sud, si stacca un pezzo di capitello dalla Reggia di Caserta - Il Secolo XIX
  • 20/11/2018 18:20 Roma, sgomberate otto ville dei Casamonica. Raggi: "Giornata storica" - La Repubblica
  • 20/11/2018 16:01 Maltempo al Sud, trombe d'aria a Salerno e Crotone Meteo - Corriere della Sera
  • 20/11/2018 16:17 Salvini, Di Maio e Tria. Tutte le dichiarazioni che hanno mandato in fibrillazione lo spread - Il Sole 24 ORE
  • 20/11/2018 17:52 Varese, 15enne sequestrato e torturato da banda di ragazzini delle medie - La Repubblica
  • 20/11/2018 18:19 Aquarius, due metri cubi di rifiuti infettivi: pure garze intrise di sangue - il Giornale
  • 20/11/2018 19:04 Maltempo. Il vento frusta l'Italia. Tromba marina spaventa Salerno - Avvenire.it
  • 20/11/2018 16:45 Frecciarossa, due collegamenti in più da Fiumicino per La Spezia ea Genova - Il Secolo XIX
  • 20/11/2018 16:56 Libia, sgomberati i migranti della Nivin: dieci feriti, gli altri detenuti - La Repubblica
  • 20/11/2018 18:39 Inceneritori, anche in Lombardia è scontro tra Lega e Movimento 5 stelle - Milano Fanpage
martedì 20 novembre 2018

7 Dicembre

Agli inizi del secondo conflitto mondiale, per iniziativa della ditta Bruno Granata di Rovigo, in località Forno sorse una fabbrica di paglia e manufatti in legno. Il legname ricavato dai boschi veniva segato nella segheria dello stabilimento procurando la materia prima per la produzione di paglia, cassette di legno e imballaggi. Successivamente si passò alla produzione di serramenti, supporti per amache, baracche in legno prefabbricate, mobili ed altri manufatti. Nello stabilimento lavoravano fino a 120 dipendenti. Dopo il subentro, nel 1948 di un nuovo proprietario la Società Industriale Legno Valli Alpine, S.I.L.V.A., lo stabilimento andò lentamente a morire, finchè nel 1951 chiuse i battenti.

 

06 Dicembre 08 Dicembre