Sommario

  • 22/09/2018 14:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 22/09/2018 12:16 Manovra: Giorgetti non possiamo trascurare vincoli Ue - ANSA.it
  • 22/09/2018 12:46 Rocco Casalino, la scalata al potere dal Movimento Cinque Stelle a Palazzo Chigi - La Repubblica
  • 22/09/2018 11:10 "Voglio vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma sulla spiagga per esaudire il suo desiderio - La Repubblica
  • 22/09/2018 12:39 Terribile schianto auto contro pullman sull'Aurelia a Bordighera 2 morti - La Riviera
  • 22/09/2018 11:52 Iran, attacco a parata militare: almeno 24 morti e decine di feriti - La Repubblica
  • 22/09/2018 11:22 “MORTE IO SONO PRONTO”, SI SCHIANTA CON L'AUTO 6 GIORNI DOPO L'AMICO/ La storia da brividi di 'Paolino' - Il Sussidiario.net
  • 22/09/2018 12:10 L'annuncio. Santa Sede e Cina, firmata la storica intesa - Avvenire.it
  • 22/09/2018 08:59 Ancona: Vigile del Fuoco precipita in caserma. Morto - Notizie.it
  • 22/09/2018 10:42 Manovra, Fico: “Contrario a qualsiasi condono. Comunque lo si chiami” - Il Fatto Quotidiano
  • 22/09/2018 12:30 Veroli, suora colpisce più volte alla testa un sacerdote con un mattone - Corriere della Sera
sabato 22 settembre 2018
Un uomo di 57 anni di Primiero, probabilmente sotto effetto dei fumi dell'alcoo l’altra sera, ha prima minacciato con un bastone la figlia e poi ha cercato di dare fuoco alla porta di casa della ragazza che si era chiusa dentro insieme alla sua bambina. L’uomo è stato bloccato dall’altro figlio e dal compagno della figlia che l’hanno disarmato e poi hanno chiamato i carabinieri. L’uomo si è presentato sabato mattina davanti al giudice E. Borrelli, in Tribunale a Trento, per essere processato per direttissima per minacce aggravate.
I fatti sono avvenuti venerdì. L’uomo, in condizioni alterate dall'alcool, avrebbe prima minacciato la figlia poco più che ventenne con un bastone. Poi ha cercato di colpire l’auto della ragazza che è riuscita a fuggire e si è chiusa in casa con la figlia piccola. Per fortuna è intervenuto l’altro figlio dell’uomo che ha disarmato il padre che, però, non si è arreso. Ha preso una tanica di benzina e ha versato il liquido sulla porta di casa della giovane. Poi, con un accendino in mano, ha minacciato di fare fuoco alla porta con la figlia e la nipote all'interno dell'appartamento terrorizzate.
Il figlio dell’uomo e il convivente della ragazza lo hanno bloccato prima che potesse appiccare il fuoco. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno immediatamente informato il pm di turno che ha applicato la misura dell’allontanamento da casa. L’uomo è stato ricoverato in ospedale e ieri si è presentato in Tribunale dove il difensore, l’avvocato Fabio Valcanover, ha chiesto il rinvio per avere i termini a difesa. Nel frattempo, l’uomo, avrà il divieto di avvicinarsi alla casa della figlia.
Il provvedimento di allontanamento da casa è stato adottato proprio per il pericolo di danno grave nei confronti di un congiunto, come previsto dagli articoli 384 e 282 del codice di procedura penale.
Il provvedimento è stato motivato con le gravi modalità del fatto e dalla pericolosità dell’uomo che pare dedito al consumo di alcol.
Secondo le informazioni raccoltei, sembra che l’uomo sia finito in una condizione di alterazione alcoolica a causa di alcune disavventure legate al suo lavoro di artigano, e le difficoltà della sua attività lo avrebbero spinto a esagerare con l’alcol e questo gli avrebbe fatto perdere il controllo. Ma proprio in virtù di questa situazione è stato allontanato.