Sommario

  • 19/10/2018 11:30 This RSS feed URL is deprecated
  • 19/10/2018 11:25 Spread Btp/Bund vola a 340, poi cala. Milano arretra con le banche - ANSA.it
  • 19/10/2018 08:25 CRONACA METEO. Forte MALTEMPO su parte d'Italia, allagamenti in Sicilia. Evoluzione prossime ore - 3bmeteo
  • 19/10/2018 11:02 Decreto Fiscale, scontro Lega-M5s su condono/ Conte convoca Cdm, Toninelli: “presto vertice Salvini-Di Maio” - Il Sussidiario.net
  • 19/10/2018 08:45 Imprenditore scomparso nel Pisano e ritrovato in Scozia: non parla più italiano - TGCOM
  • 19/10/2018 11:15 Matera, vietato uso dell'acqua potabile per presenza di batteri: scuole chiuse - Il Fatto Quotidiano
  • 18/10/2018 18:30 Volley femminile, semifinale Italia-Cina 2-1 [Live]: le azzurre sognano la finale mondiale - La Repubblica
  • 19/10/2018 10:04 La lettera della Commissione europea all'Italia sulla manovra - AGI - Agenzia Giornalistica Italia
  • 19/10/2018 07:53 Stefano Cucchi, Ilaria: «Da Nistri sproloquio contro chi ha parlato» Trenta: falso, sarei intervenuta - Corriere della Sera
  • 19/10/2018 09:34 Caso Khashoggi, si cercano i resti nei boschi vicino Istanbul - La Repubblica
  • 19/10/2018 08:23 Milano, travolto da un'auto durante i lavori nel cantiere stradale: morto un operaio - La Repubblica
venerdì 19 ottobre 2018

Giovedì, 19 Luglio 2018

Contributi per crescere idee di business più innovative presentate da giovani e donne

Ultima settimana per candidarsi al bando provinciale per la “Nuova imprenditorialità”

Ultima settimana per rivisitare i mestieri tradizionali trentini in chiave innovativa. Scadono infatti venerdì 27 luglio alle ore 12 i termini per iscriversi al bando provinciale per la “Nuova imprenditorialità” che, dal 2015 ad oggi, ha supportato la nascita sul territorio di oltre 700 microimprese del commercio, dei servizi e dell’artigianato. Particolare attenzione verrà prestata alle proposte creative di giovani e donne, nonché a quelle afferenti ad una delle quattro aree strategiche di specializzazione intelligente della provincia, ovvero agrifood, energia e ambiente, meccatronica e qualità della vita. Le migliori idee in graduatoria riceveranno un contributo massimo di 75 mila euro, a fronte di uno stanziamento complessivo di 4 milioni di euro.

Scadranno venerdì 27 luglio alle ore 12 i termini per iscriversi al bando provinciale per la “Nuova imprenditorialità” che, dal 2015 ad oggi, ha supportato la nascita sul territorio di 720 microimprese del commercio, dei servizi e dell’artigianato attraverso uno stanziamento complessivo di contributi che supera i 24 milioni di euro.

Giunto ormai alla sua quarta edizione, il bando – promosso dalla Giunta provinciale, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e gestito operativamente da Trentino Sviluppo – è pensato per trasformare in vere e proprie realtà imprenditoriali le migliori idee di business sviluppate sul territorio, con una particolare attenzione alle proposte creative e innovative di giovani e donne. Sono ammesse idee d’impresa espressione di tutti settori produttivi, ma in fase di valutazione verrà data priorità a quelle attinenti a una delle quattro aree strategiche di specializzazione intelligente della provincia di Trento, ovvero: qualità della vita (conservazione e valorizzazione del paesaggio ambientale, antropizzato e umano, turismo, cultura, smart city, sanità e benessere), energia e ambiente (utilizzo sostenibile delle risorse, green builiding, monitoraggio ambientale, conservazione del patrimonio forestale e industria del legno), agrifood (qualità, sicurezza e tracciabilità degli alimenti, sostenibilità dei sistemi agricoli, nutrizione, nutrigenomica, biodiversità animale e vegetale) e meccatronica (robotica, sensoristica, materiali intelligenti, modellazione, controllo e automazione, microelettronica).

Possono partecipare al bando le imprese costituite in Trentino da uno o più neoimprenditori non oltre i 30 mesi precedenti la data di presentazione della domanda. Le migliori idee in graduatoria riceveranno fino a 75 mila euro di contributi per l’avvio dell’attività, a fronte di una spesa ammissibile massima di 100 mila euro. Lo stanziamento complessivo ammonta a 4 milioni di euro. Ulteriori informazioni su: https://goo.gl/fbp6Wf